•  

    Vierge à l'enfant

    Hans Clemer le maître d'Elva

    Centallo

    Région de Saluces

    Val Grana

    Google Maps

    entre Saviglione et Cuneo

    Chiesa di San Michele

    Eglise ouverte

     

     A MADONNA DELLE GRAZIE DI HANS CLEMER

    É ancora ignota l'origine precisa del dipinto della "Madonna delle Grazie", che si fa risalire agli inizi del XVI secolo; è collocato nella chiesa di San Michele di Centallo e viene attribuito con certezza ad Hans Clemer.

    la "Madonna delle Grazie" di Hans Clemer L'affresco, raffigurante la Madonna con in braccio il Bambino, è considerato uno dei più realistici della vasta produzione di Hans Clemer, pittore che operò in varie zone della Provincia di Cuneo (Elva, Saluzzo, Pagno, Bernezzo, Villafalletto; Cavallermaggiore, Revello, Staffarda, Scarnafigi; Costigliole) ed in Provenza.

    Sicuramente furono i Bolleris, Signori di Centallo, che avendo legami importanti con i Marchesi di Saluzzo e con la corte di Francia, si servirono della bravura di un artista di tale livello per la realizzazione di quest'opera.

    Si presume che l'affresco sia stato rimosso dalla sua posizione originaria, l'antica chiesa di San Michele, orientata ad est, per essere trasferito nella piccola chiesa tuttora esistente rivolta a nord. Altre ipotesi intorno alla sua prima ubicazione sono una cappella votiva oppure la chiesa della "Madonna degli Alteni", da cui potrebbe essere stata donata.

    All'immagine, apprezzata da sempre dai centallesi, soprattutto dal punto di vista votivo, proprio perché considerata "Miracolosa", venne dato il nome di "Madonna delle Grazie"; a testimonianza di ciò erano gli ex-voto appesi alle pareti dell'abside dai fedeli, che da sempre si batterono per la conservazione del piccolo e prezioso affresco, il cui destino fu segnato positivamente dalle forti proteste della comunità, a suo favore.

    Tale opera è stata recentemente restaurata (rinnovo del colore dello sfondo e della Madonna, con rimozione della cornice lignea) dal Laboratorio "Gallarini Bonollo" di Aosta, anche grazie all'intervento di un'associazione culturale centallese "Centallo Viva", che si è impegnata nella ricerca dei fondi. 

A voir dans le val Maira

  1. Chapelle Saint Bernard et Saint Maur Pietro di Saluzzo à 1 km au Nord de Valgrana

  2. Trinité de l'hospice de Valgrana par les frères Biazaci au sud de Valgrana

  3. Crucifixion et Sybilles dans l'eglise paroissiale Saint Martino

  4. Santa Maria della Valle à 1 km à l'ouest sur la route de Monterosso

 http://www.viaoccitanacatalana.org/zone/zone_dettaglio_valli_fra.asp?offset=16

 

 de@ 2004 François Darbois   Retour Accueil site   index fresques Piémont  Ligurie Rhône-Alpes Hautes-Alpes Alpes-Maritimes

 

Conformément à la loi n° 78-17 du 6.01.78 CNIL, vous pouvez à tout moment exercer votre droit d'accès, de modification, de rectification, et de suppression des informations vous concernant. Il vous suffit de m'adresser un courrier en ce sens